Aggiornamento del 29 marzo

I piccoli continuano a nascere e a crescere! Ma alcune coppie non si sono riprodotte o hanno abbandonato la cova per il maltempo.

Della coppia A non abbiamo notizie, siamo tornati più volte al sito senza avere avuto la fortuna  di incontrarle. In compenso abbiamo fatto amicizia col proprietario del terreno che vuole vendercelo giacché siamo così assidui e sembriamo delle così brave persone! Probabilmente la femmina è troppo giovane per riprodursi.

Anche la coppia B è scomparsa. Aveva preparato un abbozzo di nido dove si accovacciava, ma alla fine non ha deposto. I pellegrini adesso sono tranquilli. Vociferano volando, si fermano sulle rocce vicine; è cessata quella frenesia di quando c'erano le aquile. Faremo delle ulteriori visite al sito. Peccato, perché qui la coppia è formata da due aquile adulte.

La coppia C è ancora in cova in quanto aveva iniziato in ritardo. Questa coppia coincide adesso con la base del Campo 3. Come curiosità, stamattina un grifone è rimasto nell'area a volteggiare per circa un'ora. Prima sono arrivati i corvi imperiali per tentare di scacciarlo e poi è arrivato anche il maschio dell'aquila: uno spettacolo vedere le lotte in volo di questi animali così solenni e maestosi che all'improvviso diventano agili e veloci.

La copia D è definitivamente scomparsa. Era stato visto solo il maschio. Ricordiamo che questa coppia lo scorso anno era costituita da una femmina al 3°-4° anno di calendario (cioè di due o di 3 anni di età) e di un maschio immaturo, eppure si erano riprodotti con successo e avevano involato un piccolo. Anche qui faremo dei controlli sporadici ma sembra proprio che anche questa nidificazione sia fallita.

Nel campo 1 tutto procede bene, gli aquilotti crescono.

Nel campo 2 una nidificazione è fallita a causa del maltempo, il campo prosegue col controllo di altri nidi attivi.

Nel campo 4 i volontari sorvegliano i diversi nidi dell'area.