News del 4 maggio 2015

News del 4 maggio 2015 dai campi di protezione dell'aquila di Bonelli in Sicilia

Nei siti dei campi 1, 2 e 4 i pulcini crescono tutti bene, purtroppo uno solo per nido. Il monitoraggio complessivo conferma per quest'anno che ci sono solo pochi nidi con 2 piccoli.

Dal campo 3 ancora notizie di cova: ricordiamo che qui nei primi giorni del campo è stata segnalata la presenza di 3 individui, due adulti ed un subadulto, e probabilmente è successo qualcosa che ancora non riusciamo a spiegarci. Speriamo che alla fine nasca un pulcino anche se questo porterebbe la durata del campo fino a luglio inoltrato!

Nel campo 4 il 1° di maggio alle 12,00, nella postazione di controllo posta su in montagna, mentre controllavamo il nido nella parete rocciosa dall'altra parte della vallata, immaginecirca 1 km più in basso, abbiamo sentito musica ad altissimo volume provenire dalla vallata: temevamo che a fondo valle in prossimità del nido fosse arrivato un grosso gruppo di giovani che avrebbero avviato una specie di rave-party della durata di qualche giorno. Ci siamo precipitati a raggiungere in auto il fondo valle per fare smettere quel frastuono e siamo entrati in essa tramite delle stradelle che la percorrevano interamente, ma lì il silenzio era quasi assoluto. Il suono proveniva da un agglomerato di villette fuori dalla valle, ad oltre due km di distanza dal nido e si rifletteva tramite le pareti calcaree lisce e prive di vegetazione sulla parte alta delle montagne in maniera talmente nitida e a così alto volume che sembrava vicinissimo. Alle 18 il frastuono è cessato, l'aquila è rientrata al nido ed il piccolo ha di nuovo mangiato, dopo quasi 5 ore dal precedente pasto. Non ne sappiamo mai abbastanza dei disturbi che riusciamo a produrre sugli animali selvatici!

Nessun problema riscontrato al campo 2 ma molti movimenti dettati dalle festività ( pescatori, escursionisti ecc...) hanno reso davvero vivace le giornate. Di interessante l'osservazione ( è già la seconda volta) di un terzo adulto che ha compiuto due giri assieme alla coppia per poi sparire dietro la montagna.

Infine, da segnalare un incontro ravvicinato sotto il nido del campo 1 tra un noto braccofalconiere, che la settimana prima era stato segnalato al campo 3, e un nostro campista. Il campista si è presentato e ne è nato un colloquio che in fin dei conti riteniamo positivo per far capire che noi sul campo ci siamo!