News del 11-05-2015

Il primo piccolo si è involato! Al campo 2 il campista aveva visto il nido vuoto e si era preoccupato ma poi si è subito rincuorato: il piccolo era in parete ad una decina di metri dal nido; aveva fatto un primo piccolo volo. Sentita la sensazione di vuoto sotto le zampe si è aggrappato alla roccia rassicurante e goffamente, aiutandosi con le ali, è rientrato dopo poco nel nido. Il nostro compito per quel nido è finito. Nessun bracconiere potrà più prendere il piccolo. Ora è in grado di scappare in caso di pericolo e di volare! Sposteremo le nostre forze, i nostri campisti su altri nidi per controllare quelli gradatamente a minor rischio di furto di pulli, continuando comunque a controllare anche questo sito. Dopo 60 giorni di turni estenuanti dalla schiusa dell'uovo finalmente abbiamo il piacere di sapere che un'altra aquila volerà nei cieli siciliani. Da oggi sarà un susseguirsi di involi, altri giovani sono quasi pronti e si involeranno presto. E ricordiamo tutti i momenti, da quando a dicembre e gennaio abbiamo monitorato la coppia per sapere quale nido scegliesse, per poi posizionare fototrappole e videocamere, alla scelta del nido da parte della coppia fra i diversi nidi a disposizione nel sito, alla deposizione avvenuta a febbraio, alle difficoltà dovute essenzialmente al maltempo per raggiungere i siti, al vento freddo e alla pioggia che mai come quest'anno è stata abbondante, alla schiusa avvenuta a marzo con la testolina bianca del pulcino che spuntava dalla coppa del grosso nido fatto di rami, ai primi giorni di caldo di maggio, in un tripudio di colori e profumi di fiori! Questa settimana, per completare la gioia della notizia anche l'osservazione di un capovaccaio, riteniamo in migrazione, che si è fatto osservare anche posato su una roccia.20150510122617

Intanto sabato e domenica al campo 1 altre giornate frenetiche con altre  visite dei soliti braccofalconieri. Purtroppo alla vista dei campisti questa volta sono riusciti a dileguarsi ma l'insistenza con cui stanno frequentando i siti a loro noti e più volte depredati proprio da loro negli anni prima che iniziassimo le nostre attività la dice lunga sulla frenesia che in questo momento li sta facendo esporre così. Continueremo a vigilare prorogando i campi anche a dopo l'involo proprio per scoraggiare qualunque malintenzionato. Stimiamo in 8-10 i giorni necessari per l'involo di almeno altri 2 aquilotti del campo 1. Anche al campo 4 l'allevamento prosegue e, pur con situazioni logistiche molto pesanti per chi deve stazionare senza ombra per una giornata intera, l'entusiasmo dei campisti è veramente coinvolgente.  Al campo 3 gli adulti sembrano molto affaccendati con cambi continui e con la femmina che ha fatto ombra con le ali come per proteggere dal sole un piccolo che ancora non riusciamo a vedere. Qui abbiamo anche registrato il taglio dei cavi elettrici della webcam da parte di ignoti.